Trieste Ricama
Trieste Ricama

Trieste RicAmata

III Mostra Biennale, 2010

"Il paesaggio e le atmosfere della nostra città, di Muggia e del Carso, rivisitati attraverso scorci e particolari architettonici eseguiti attraverso accurati e raffinati ricami a mano, rappresentano il tema della terza Mostra biennale di ricamo intitolata ”Trieste ricamata”, che si inaugura oggi alle 18 nella sala ex Giubileo (Riva III Novembre).
Ideata e realizzata da Barbara Chiarelli per l'Associazione culturale Trieste Ricama, con il supporto della Provincia, la rassegna, connotata dal profumato lindore e dalla finezza dei lini che fungono da supporto a quest'antica arte, erroneamente considerata appannaggio prettamente femminile, propone una trentina di lavori dedicati a Trieste e dintorni, eseguiti sotto la guida attenta dell'insegnante Miriam Silverio, coordinatrice e responsabile di Trieste Ricama, associazione nata nel 2005 che è operativa dal 1999 come sede distaccata a Trieste della Scuola ricami e legami di Udine.
I pannelli sono accompagnati dall'immagine e da alcune spiegazioni didattiche dell'opera architettonica cui si riferiscono. Accanto a tali opere viene esposta tutta una serie di fascinosi manufatti, quali tovaglie, tende, lenzuola, asciugamani, lampade, realizzate da un'ottantina di socie, da sole o in gruppo, nell'ultimo biennio.
A introdurre l'esposizione interverranno la presidente della Provincia Maria Teresa Bassa Poropat, la presidente di Trieste Ricama Francesca Mafrici, la presidente della Commissione pari opportunità della Provincia Eloisa Cignatta, il direttore delle riviste Rakam e Ricamo italiano Elio Michelotti, il presidente dell'Agmen Massimiliano Duban e il critico Marianna Accerboni.
Nella mostra, allestita con mobili antichi e rustici messi a disposizione da una nota ditta di arredamenti, il fruitore potrà incontrare i punti tradizionali del ricamo classico, dal punto raso al punto erba, dal punto pieno al punto stuoia, al palestrina, accanto a novità quali al punto intaglio creativo, reinventato dalla Silverio, il punto Aquileia, ideato da Antonietta Menossi prendendo spunto dalla policromia dei mosaici paleocristiani dell'antica colonia romana, o il punto ”silin” inventato da Laura Merlo.
In mostra sono testimoniate anche le tecniche del punto hardanger, del punto antico, del punto bandera e ”sfilature” di vari livelli e tipologie, utilizzati per composizioni classiche o originali, come per esempio il tendaggio riproducente la skyline di New York, eseguito sui toni del grigio." 

 

Arch. Marianna Accerboni

Il Piccolo 21 agosto 2010

 

 

Sala Ex Giubileo, Riva III Novembre

con il patrocinio della Provincia di Trieste

Per informazioni:

+39 3385008509

+39 040391678

 

o potete contattarci attraverso il nostro modulo online

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© TriesteRicama Via Ghirlandaio 22/6 34138 Trieste